FINAL FANTASY XIII - Gunblade Katana Lightning

New product

FINAL FANTASY XIII - Gunblade Katana Lightning

54,90 €tasse incl.

FINAL FANTASY XIII - Gunblade Katana Lightning
- Materiale Lama: acciaio
- Materiale Impugnatura: acciaio
- Lunghezza: 118 cm

TUTTE LE NOSTRE SPADE SONO OGGETTI ORNAMENTALI, VENGONO SPEDITE NON AFFILATE SECONDO LE NORME VIGENTI SULLA LORO LIBERA VENDITA E DETENZIONE TRA LE PERSONE DI MAGGIORE ETA’.

NOTIZIE SUL PERSONAGGIO

Final Fantasy XIII (ファイナルファンタジーXIII Fainaru Fantajī Sātīn?) è un videogioco di ruolo alla giapponese della serie Final Fantasy. Il gioco è sviluppato e pubblicato da Square Enix per PlayStation 3, Xbox 360 e PC.

In Giappone, Final Fantasy XIII è stato pubblicato per PlayStation 3 il 17 dicembre 2009[1] e per Xbox 360 il 16 dicembre 2010[2]; nel Nord America e nei territori PAL, invece, il gioco è stato pubblicato il 9 marzo 2010 per entrambe le console[3]. Sempre dal 9 marzo, in Europa, il gioco è disponibile in un'edizione da collezione che contiene, oltre al gioco, 2 adesivi dello stigma l'Cie, la compilation della colonna sonora, il volume "The world of Final Fantasy XIII", contenente le illustrazioni realizzate durante la progettazione del gioco, e tre stampe da collezione raffiguranti gli Esper. La versione per PC è uscita il 9 ottobre 2014 su Steam.

Il gioco è il primo capitolo della serie Fabula Nova Crystallis.

La storia si svolge nel regno di Cocoon, una sorta di monarchia di stampo ecclesiastico. Il primarca, massima autorità politica e religiosa del regno, ha il compito di interpretare il volere delle misteriose divinità denominate fal'Cie (pron. "fal-sì"); le guardie del suo governo, il Sanctum, vengono chiamate PSICOM. Un altro tipo di guardia, il CG (Corpo di Guardia), si affianca agli PSICOM, ma ha autorità solo locale, ed è generalmente poco considerata dal Sanctum. Sotto Cocoon si estende il mondo di Gran Pulse, abitato da creature mostruose e dominato da fal'Cie ostili.

Ogni fal'Cie ha poteri di controllo elevati sugli umani: in particolare, ognuno di questi esseri fornisce un certo tipo di risorsa agli umani, che dipendono quindi quasi totalmente da essi. Inoltre hanno la capacità di nominare (fal'Cie del Sanctum) o maledire (fal'Cie di Pulse) gli umani, trasformandoli in l'Cie (pron. "Le-sì"). I l'Cie sono esseri umani in grado di usare la magia, ai quali viene dato il compito di svolgere particolari missioni molto pericolose: se falliranno, si trasformeranno in Cie'th (pron. Sieth), creature simili a non-morti; se invece avranno successo si trasformeranno in statue di cristallo e vivranno eternamente. Se si considera che le missioni non sono esplicate ma si riceve solo una visione sfuggente, si comprende la difficoltà dell'impresa. Inoltre sul corpo del l'Cie compare uno stigma, che più si espande e si colora, e meno tempo si ha a disposizione per compiere la missione imposta dal fal'Cie. Nonostante si consideri come un eroe un l'Cie del Sanctum e come un nemico pubblico un l'Cie di Pulse, essere maledetti da un fal'Cie, e quindi portarne il marchio come un tatuaggio, è considerata da alcuni come una vera e propria sciagura, visti anche gli unici due destini possibili sono simili alla morte.

La prima frase pronunciata nella prima sequenza di gioco è un flashback. Furono 13 i giorni in cui il Sanctum si accorse della presenza di un fal'Cie di Pulse nei pressi della cittadina marittima di Bodhum, nel regno di Cocoon, e a seguito della qual scoperta fece epurare l'intera città. I timori del primarca, cioè quelli di una contaminazione diffusa nella cittadina, lo spingono a esiliare tutti i suoi abitanti su Pulse. Le sue paure sono in parte verificate, poiché Serah, sorella di Lightning, una CG, è realmente un l'Cie. Il fidanzato di Serah, Snow, per proteggerla dal Sanctum, decide di portarla al suo fal'Cie per cercare di scoprire qualcosa di più riguardo alla sua missione, ma qualcosa va storto: la ragazza rimane intrappolata al suo interno, e il fal'Cie scompare all'interno del vestigio in cui era rimasto celato per secoli. Lightning, allora, decide di dimettersi dall'arma e di farsi epurare per raggiungere il fal'Cie dove si trova sua sorella. Sazh, un uomo il cui figlio, seppure piccolo, è stato eletto da un fal'Cie del Sanctum, sceglie di seguirla per raggiungere il fal'Cie e far luce sulla missione del bambino.

I treni dell'epurazione vengono fermati dal team NORA ai confini di Cocoon, nel margine estremo, e scoppia una rivoluzione da parte degli abitanti esiliati: Snow col suo gruppo (il NORA appunto) capeggia il piccolo gruppo di rivolta agli PSICOM, con l'obiettivo di raggiungere il fal'Cie perso qualche giorno prima, che sta venendo trasportato in quel momento da Cocoon su Pulse. La madre di Hope, un ragazzino, partecipa alla rivolta di Snow, ma proprio per salvare costui dall'attacco di una nave nemica, precipita nel vuoto. Hope incolpa di ciò Snow, e, deciso a farsi vendetta, lo segue fino al fal'Cie, con una ragazza incontrata sul treno, Vanille. Tutto il gruppo al completo si incontra quindi qualche tempo prima di trovare Serah, nel vestigio, a breve distanza dalla stanza dove giace Anima, il fal'Cie di Pulse che ha maledetto Serah. Quando finalmente la trovano, Serah diviene improvvisamente un cristallo, davanti agli occhi increduli della sorella e del fidanzato. Dopodiché il gruppo appena formatosi si avventa sul fal'Cie per distruggerlo. Poco prima di spirare, il fal'Cie maledice i cinque, e li condanna ad un'avventura in cui fuggiranno al Sanctum, si separeranno, si riuniranno alla ricerca di un modo per riavere Serah e per chiarire il mistero della maledizione.

Lightning (ライトニング Raitoningu?), vero nome Claire Farron (エクレール・ファロン Éclair Farron?), è una ragazza di 21 anni, dai capelli rosa chiaro, ed il nome che usa Lightning è uno pseudonimo. In passato un ufficiale dell'esercito, si dimette per farsi epurare, in modo tale da venire in contatto e sconfiggere il fal'Cie di Pulse, che ha trasformato in cristallo sua sorella Serah. Di lei i produttori dicono che sarà una ragazza temperata, in grado di prendere ardue decisioni, ma che nasconde un lato tenero e un passato misterioso. Il suo Esper è Odino, che può diventare un cavallo per l'invocatrice. La sua arma è un Gunblade (anche se molto diverso da quello visto da Squall Leonhart di Final Fantasy VIII), una spada che può venir modificata per essere usata anche come pistola. Quando invece, invoca il suo Esper, usa come arma una lunga spada a doppia lama che può essere divisa in due, ovvero l'arma del suo stesso Esper.

Prodotti correlati